Alterenergy

english italiano
IL PROGETTO

Lo sfruttamento delle fonti energetiche alternative è uno dei principali argomenti di discussione in tutti i paesi europei. Il titolo del progetto, “Utilizzazione a scopo dimostrativo di fonti energetiche alternative in Moldavia attraverso la sperimentazione colturale (ALTER-ENERGY)”, riassume gli scopi ed il contenuto dell'operazione. Il progetto è stato co-finanziato dal Programma TACIS-CBC-SPF, contratto 2005/101-582.

Lo scopo principale del progetto è quello di sostenere lo sviluppo economico locale, la diversificazione rurale e l'uso di fonti energetiche alternative nel Distretto di Falesti (Moldavia), introducendo e sperimentando colture agricole da utilizzare a scopi energetici, attraverso l'allestimento di un modello agro-industriale indirizzato a produrre bio-combustibili partendo dalle colture oleaginose (girasole e colza).

Le principali attività del progetto prevedono: la coltivazione sperimentale di colture oleaginose; la trasformazione dei semi di oleaginose e l'esterificazione a bio-diesel; l'uso sperimentale del bio-diesel per da utilizzare nei motori per trazione e generare energia elettrica nelle aziende dimostrative; analisi dei risultati di progetto; visite economiche di imprenditori italiani e rumeni in Moldavia; visite di studio delle delegazioni moldave in Italia e Romania; disseminazione dei risultati e delle ricadute del progetto

 

Obiettivi del progetto
  1. migliorare le condizioni economiche del Distretto di Falesti (Moldavia) secondo uno schema di sviluppo ambientalmente sostenibile e secondo uno schema di cooperazione integrata tra istituzioni pubbliche e centri scientifici a livello locale ed internazionale, in particolare promuovendo l'auto-sufficienza energetica della regione e migliorando le tecniche agronomiche adottate, attraverso l'utilizzazione di moderne attrezzature e moderne tecnologie.
  2. sostenere pratiche agro-ambientali e miglioramento degli standard del Distretto di Falesti promuovendo l'uso di fonti energetiche alternative e rafforzando la differenziazione nella fornitura di energia, in particolare attraverso l'introduzione di colture di seminativi adatte alla produzione di bio-carburante quali girasole e colza ed il trasferimento di conoscenza e tecnologia dai partners italiani e rumeni ai partners moldavi;
  3. sostenere lo sviluppo delle piccolo-medie imprese locali promuovendo la diversificazione rurale nel Distretto di Falesti;
  4. promuovere l'integrazione dei prodotti della Moldavia rispetto agli standard internazionali e le procedure qualitative;
  5. creare opportunità di lavoro le popolazioni locali della Moldavia;
  6. migliorare le condizioni di lavoro e la qualità della vita nel Distretto di Falesti attraverso l'aumento del livello di reddito delle popolazioni locali e della loro capacità d'acquisto;
  7. sviluppo della cooperazione trans-frontaleira tra Romania e Moldavia allo scopo di ridurre la distanza derivata dai significativi investimenti realizzati in Romania in conseguenza dell'adesione di quest'ultima alla UE, e prendendo spunto dai legami storici e dalla vicinanza culturale tra i due paesi;
  8. Incoraggiare la creazione di una rete di relazioni: a) tra agricoltori ed istituzioni scientifiche nel Distretto di Falesti, b) tra agricoltori ed istituzioni pubbliche del Distretto di Falesti, c) tra istituzioni della Moldavia, dell'Italia e della Romania e le associazioni dei produttori.

 

piano delle attivita’ progettuali
 
Il progetto prevede le fasi descritte di seguito.
 
0. PARTECIPAZIONE ALLE CONFERENZE DI TACIS CBC SPF
0.1. Partecipazione alle giornate di apertura di Tacis CBC SPF
0.2. Partecipazione alla Conferenza Finale di Tacis CBC SPF
 
1. FASE AGRONOMICA: COLTIVAZIONE DELLE COLTURE OLEAGINOSE
1.1. Analisi del territorio e identificazione delle varietà colturali da adottare. Questa attività contempla: (i) l’analisi del territorio in Moldavia e dei sistemi di coltivazione, (ii) l’identificazione dei suoli più adatti per le colture di colza e girasole, (iii) l’identificazione delle varietà colturali da impiegare nell’Attività 1.2, (iv) identificazione delle tecniche colturali da adottare.
1.2. Attività di coltivazione. La fase agronomica del progetto si concentrerà sulla coltivazione delle colture oleaginose (colza e girasole) che verra’ condotta sulle parcelle sperimentali. L’Attività 1.2 include le seguenti sub-attività: (i) semina e coltivazione delle varietà di colza e girasole e confronto con le varietà locali, (ii) raccolta della biomassa, (iii) analisi dei risultati sperimentali ottenuti in campo.
 
2. FASE DI TRASFORMAZIONE. PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELLE OLEAGINOSE IN BIO-DIESEL
2.1. Identificazione delle tecnologie di esterificazione da applicare. Tenendo conto delle oleaginose coltivate e dei risultati in campo raccolti durante le Attività 1.1 ed 1.2, verranno identificate le tecnologie (cioè i processi di esterificazione) più adatte ed indirizzate alla lavorazione dei semi di oleaginose per la trasformazione in bio-diesel.
2.2. Trasformazione ed esterificazione. La trasformazione e l’esterificazione prenderanno in considerazione le seguenti sub-attività: (i) il pre-trattamento dei semi, (ii) l’estrazione dell’olio dai semi di oleaginose, (iii) l’esterificazione dell’olio e la produzione di bio-diesel
 
3. FASE DI SPERIMENTAZIONE: USI ALTERNATIVI DEL BIO-DIESEL
3.1. Sperimentazione del bio-diesel per la trazione a motore. Il bio-diesel verrà testato come carburante nei motori delle trattrici.
3.2. Sperimentazione del bio-diesel per la produzione di energia elettrica. La sperimentazione dell’uso del bio-diesel per produrre energia elettrica si concentrerà sui due seguenti aspetti: (i) fornire energia elettrica nelle aree rurali isolate e non rifornite attraverso la rete pubblica (ii) fornire energia elettrica in caso di emergenza e di prima necessità.
 
4. FASE DI IMPLEMENTAZIONE: USO DEL BIO-DIESEL NELLE AZIENDE DIMOSTRATIVE
4.1. Identificazione delle aziende agricole dimostrative moldave. Saranno individuate cinque aziende agricole a scopo dimostrativo.
4.2. Applicazione del bio-diesel nelle aziende dimostrative. Le aziende dimostrative individuate adotteranno l’uso del bio-diesel nella gestione delle loro attività ordinarie sia per uso agricolo che domestico (motori per trazione agricola e produzione di energia elettrica). Queste aziende dimostrative svolgeranno un duplice compito di: (i) test per valutare il valore aggiunto tecnico ed economico delle tecnologie proposte e (ii) effetto-moltiplicatore, estendendo la loro esperienza al resto della comunità rurale locale.
 
5. ANALISI DEI RISULTATI DI PROGETTO
5.1. Raccolta ed elaborazione dei dati. In tutte le fasi di implementazione del progetto, verranno condotte regolarmente delle indagini allo scopo di raccogliete dati agronomici, scientifici e tecnici.
5.2. Creazione di database tecnici. I dati raccolti con l’Attività 5.1 saranno inclusi in specifici database tecnici e costituiranno dei prodotti del progetto.
 
6. ESPERIENZE DI SCAMBIO E VISITE STUDIO
Sono previste le seguenti sub-attività:
6.1. Missioni economiche in Moldavia degli imprenditori Italiani e Rumeni
6.2. Visite di studio in Romania e in Italia delle delegazioni moldave
 
7. DISSEMINAZIONE DEI RISULTATI DI PROGETTO
Allo scopo di promuovere il progetto, di disseminare le tecniche innovative proposte dal progetto e di estendere i risultati positivi raggiunti durante l’implementazione del progetto, verranno svolte specifiche attività rivolte alla comunità rurale locale del Distretto di Falesti (Moldavia). Sono previste le seguenti attività:
7.1. Organizzazione di eventi informative in Moldavia

7.2. Creazione di un sito Internet dedicato al progetto

 

LOGOS

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (file jpg - 35 KB)

Consiglio del Distretto di Falesti (file jpg - 282 KB)

Consiglio della Contea di Iasi (file jpg - 236 KB)

Università di Udine – Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali (file jpg - 28 KB)

Università di Scienze Agrarie e di Medicina Veterinaria di Iasi (file jpg - 492 KB)

Project partnership
Friuli Venezia Giulia Region Falesti District Council Iasi County Council Udine University Iasi University of Agricultural Sciences and Veterinary Medicine